logo
 Menu
Notizie
Chi_sono
Forum
Palm
eeePC
Foto
kayak
Download
Mappa sito
Files
Links
Software
Login
Racconti

 Login

:



 Vedi anche
 Microfono autocostruito
 Pulizia Interna LG P500
 Pellicola
 SW
 custodia
 Recensione Palm T|X

 Cerca






Ricerca avanzata

 Statistiche

Visite totali:2093196


 Validato
w3c
Valid CSS!

 Tema

 Palm » Recensione Palm T|X

Palm T|X, la mia recensione

(c) Andrea Gangemi 13 dicembre 2006

 

Introduzione


Sono ormai lontani i tempi in cui Palm dominava incontrastata il mercato emergente dei computer palmari.

Oggi Palm ha perso parecchio terreno rispetto alla concorrenza, a mio parere spesso e volentieri la partita `e stata persa sul piano del marketing piuttosto che sulla effettiva qualita` e funzionalita` del prodotto.

Nonostante quanto appena detto l'ultimo nato in casa Palm (per quanto riguarda la famiglia dei palmari puri) sta riscuotendo un discreto successo e di fatto si pone nel mercato nella fascia che gli Apple occupano nel settore PC.

Mi ritengo un utente atipico, ma forse proprio per via del mio uso intensivo e (mi si consenta) efficace, negli ultimi anni ho "convertito" alla causa dei palmari e in particolare di Palm diversi colleghi.

Ad oggi posso contare 6 amici e 4 colleghi, per non parlare di altri due colleghi che per motivi di convenienza hanno scelto un Motorola A1000.

Dato che (non mi stanchero` mai di dirlo), il miglior palmare al mondo `e un bloc-notes con una penna, ho sempre paura che qualcuno spinto dal mio entusiasmo acquisti un Palm e poi ne rimanga deluso.

Per questo motivo ho deciso di scrivere una relazione in modo da cercare di mettere in mostra luci e ombre di questo piccolo gioiello hi-tec che `e il Palm T|X, il mio attuale palmare del quale sono decisamente soddisfatto.

Una recensione forse piu` obiettiva della mia `e anche reperibile presso il sito di Solopalmari.

Dentro la confezione

La confezione del T|X `e enormemente piu` piccola di quella cha conteneva il Vx.

La confezione contiene, oltre al TX:

La copertina proteggi schermo

un alimentatore con adattatori per le prese di corrente piu` disparate

un cavo di sincronizzazione

manuale

CD con software aggiuntivo

Adesivi con la guida Graffiti 2

pellicola proteggischermo

uno stilo

Rispetto ad altri prodotti del passato manca una basetta, a mio avviso un po un peccato, la basetta del Vx era molto elegante e sinceramente non avrebbe inciso in modo significativo sul costo del Palmare.

Aspetto

Il TX riprende lo stesso design del T5, `e molto compatto e il colore nero (o forse `e blu scuro?) lo differenzia da buona parte della concorrenza.

I materiali sono di ottima fattura e rispetto ad altri palmari `e davvero piu` maneggevole e leggero.

Il display `e un HVGA (320x480) di ottima leggibilita`e di buona dimensione.

Unica pecca il connettore, Palm ha adottato uno stupido connettore proprietario (chiamato Athena), una vera seccatura, quando te lo porti in giro se hai bisogno di collegarlo al pc di qualcuno devi portarti dietro anche il cavo. Un connettore miniUSB sarebbe stato 10 volte meglio. Purtroppo molte grosse aziende hanno questo atteggiamento miope per poter lucrare su cavetti ed accessori, quando invece seguire uno standard puo` potenzialmente invogliare piu` clienti ad utilizzare un prodotto.

Dotazione Hardware ...

Che dire, il mio vecchio Vx lo usavo per tutto, tranne che per applicazioni multimediali, con il TX invece si fa davvero di tutto e ho cominciato ad usarlo anche per cose che non avrei mai pensato.

Per esempio, utilizzando una scheda di memoria SD da 2 Gigabyte (in teoria si riescono ad usare anche alcune schede da 4 giga) ho caricato i soliti documenti, ma anche album MP3/OGG e divX interi!

L'interconnessione con dispositivi esterni `e ottima, il palmare ha di serie Bluetooth, WiFi e porta infrarossi IRDA.

Mi capita spesso a casa di controllare la posta collegandomi al router ADSL WiFi senza dover accendere il PC.

Leggere la posta o navigare seduto sul cesso... `e veramente l'apoteosi del Nerd!

Bluetooth e infrarossi permettono di connettersi ad una infinita` di dispositivi, nuovi e meno nuovi.

Grande assente, ed `e veramente una pecca ridicola, il microfono. La cosa decisamente irritante `e che nel TX esiste tutta l'elettronica del microfono, manca solo la capsula microfonica vera e propria. Credo che questa scelta fu fatta per non fare concorrenza all'altro palmare in produzione (il LifeDrive), ma tanto per cambiare `e stata una mossa sbagliata, visto che oggi il Voice Over IP si `e affermato. Se montasse di serie un microfono il T|X sarebbe un ottimo telefono internet. Esiste comunque il modo per modificare il palmare e aggiungergli un microfono, oppure `e possibile acquistarne uno da applicare esternamente.

Altra cosa che non mi piace `e la mancanza di un allarme a vibrazione. Anche qui stesso discorso del microfono. Se si `e scafati con il saldatore si puo` rimediare in casa.

... e Software.

La dotazione SW di serie `e piuttosto ricca, viene fornito un buon browser internet, Blazer, ma `e da poco disponibile anche Opera. Per visualizzare documenti Office viene fornito l'ottimo DocToGo versione 8.

Per leggere la posta Versamail `e un prodotto onesto.

Per leggere i file musicali viene fornito PocketTunes nella versione base (ma piu` che sufficiente per usare il palmare come lettore MP3).

Bisogna poi ricordare che i Palm vantano una grossa quantita` di applicazioni, molte di esse OpenSource, mi piace ricordare: PalmPDF che legge i PDF senza problemi, Power48 ovvero un perfetto emulatore di hp48 ecc.

Esistono poi diverse applicazioni commerciali molto interessanti come ad esempio TomTom e coreplayer.

Purtroppo una cosa che manca nella dotazione di serie `e un programma che permetta di far vedere al PC il palmare come se fosse una memoria di massa, mi pare che sul T3 o il t5 fosse disponibile. Anche qui una pecca assurda, rimediabile con circa 12 Euro acquistando CardExportII.

Utilizzo

Qui il TX non tradisce la tradizione Palm.

Facilissimo da usare, niente sorprese alla windows. Velocissimo grazie al sistema operativo snello che oltretutto contribuisce a ridurre i consumi e a mantenere l'autonomia elevata.

Non `e un caso che i Palm vengano sovente paragonati agli Apple.

Pecche? Si purtroppo!

Rispetto al Vx, ovvero alle prime versioni del Sistema operativo PalmOS, qui i crash di sistema sono piu` frequenti. Diciamo che con il Vx il palmare si resettava solo quando usavo software strano non testato, qui ogni tanto capita di vedere il palmare resettarsi se si fanno troppe ricerche, oppure ogni tanto dopo aver fatto una sincronizzazione. Va detto che il palmare si resetta e riprende subito a funzionare, senza perdere nessun dato.

Per maggiore sicurezza, non  si sa mai, si puo` usare un ottimo programma opensource, NVBackup, che puo` essere programmato per effettuare copie di backup dell'intero sistema sulla memoria SD. Io per esempio faccio una copia tutte le notti alle 3:30, finora in circa 6 mesi di utilizzo mi `e capitato una volta sola di dover ricorrere ad un ripristino, che per altro mi ha occupato per pochi minuti ed ha funzionato subito. 

Il riconoscimento scrittura fa purtroppo un passo indietro, per motivi di licenze i nuovi palmari non usano piu` il fantastico Graffiti(TM) ma una nuova versione chiamata Graffiti2(TM) a mio avviso molto poco pratica.

Graffiti `e un sistema eccezionale (da premio!) per ottenere il riconoscimento della scrittura anche su dispositivi con poca potenza di calcolo, era infatti nato per girare sul Apple Newton (si parla di fine anni 80 dunque) e ha permesso ai primi Palm, dotati di una CPU della famiglia 68000 di fornire il riconoscimento scrittura.

Il concetto `e semplice ma geniale. In pratica non `e il dispositivo che impara a riconoscere la calligrafia dell'utente ma viceversa, dopotutto un essere umano `e molto piu` versatile di una macchina di Von Neumann... questo era un dato di fatto prima dell'avvento dei TG Mediaset, ora in effetti qualche dubbio mi viene... Tornando alla scrittura, nel giro di pochi giorni l'utente e` in grado di imparare una calligrafia semplificata che permette di inserire velocemente note (non troppo lunghe).

Purtroppo il nuovo Graffiti2 mantiene lo stesso principio ma in pratica alcune lettere come la "i" la "f" e la "t" vanno scritte per forza usando due "colpi" di pennino (chi usa Graffiti sa cosa voglio dire).

Anche qui niente di troppo grave per 2 motivi: innanzitutto per esperienza ho visto che pochissima gente usa Graffiti per scrivere sul palmare, in secondo luogo su internet `e possibile trovare siti che spiegano come ripristinare il vecchio Graffiti.

Autonomia

Per me l'autonomia di un sistema portatile `e fondamentale, sarei disposto a rinunciare al display a colori e alla velocita` pur di avere autonomia. Il Vx quando era nuovo lo usavo per piu` di una settimana di fila senza aver bisogno di ricaricarlo, questo comportava che nei viaggi e nelle brevi vacanze non dovevo portarmi dietro caricabatterie e cavetti.

Oggigiorno purtroppo il mercato pecorone vuole "scena" e dunque un display TFT a 320x480 e un ARM a 300 MHz per quanto ottimizzati non possono consumare meno di un LCD e di un 68000 a 16Mhz.

In questi anni i dispositivi Palm hanno avuto alti e bassi sul fronte consumi ma fortunatamente il TX `e un virtuoso e credo sia uno dei migliori palmari presenti sul mercato per quanto riguarda la durata della batteria.

Per un uso normale la batteria dura 3 o 4 giorni, l'autonomia scende bruscamente se si usa la CPU in modo massiccio e senza tregua, per esempio guardare un divx di un ora dimezza l'autonomia se non di piu`.

Il WiFi invece `e un vero vampiro, se si sta navigando su internet con il WiFi l'autonomia scende intorno alle 2 ore, ma li non ci si puo` fare nulla, attualmente non esiste in commercio un dispositivo WiFi che non consumi.
Non credo esista un palmare windows che riesca a fare altrettanto bene.

Ecco alcuni piccoli accorgimenti per far durare un po' di piu` la batteria:
- disattivare la ricezione infrarossi (`e accesa di default), oltretutto ormai non si usa quasi piu`
- tenere Bluetooth e wifi SPENTI, non disattivati. Tanto quando servono `e un attimo riaccenderli
- mantenere la luminosita` del display al minimo
- spegnere i suoni di sistema, mantenere solo i suoni degli allarmi

Connessione al PC

Anche qui Palm fa scuola e non ce n'`e per nessuno. Mantenere i dati sincronizzati con il proprio PC `e facilissimo (attacchi il cavetto e premi un tasto...fine).  A differenza dei palmari Windows, da sempre i Palm si sincronizzano con relativa facilita` anche a sistemi operativi come Mac e Linux. Per me questa `e una cosa fondamentale dato che da diversi anni a casa utilizzo esclusivamente Linux.

Prezzo

Insomma, non `e certo economico, al momento viene venduto sul sito ufficiale a 304 Euro. A mio parere un prezzo piu` equo sarebbe intorno ai 250 Euro. Anche qui un occasione sprecata da Palm per riguadagnare fette di mercato.

C'`e da dire che se non si ha fretta si riesce a trovarlo usato in buone condizioni. Ho scoperto che esistono persone disposte a spendere. Acquistano palmari e dispositivi hi-tec senza pensarci due volte, dopo poco si accorgono che non gli piaciono o non rispondono alle loro esigenze e li vendono.

Personalmente ho acquistato il T|X usato con 2 mesi di vita a 180 Euro, e finora non ho avuto brutte sorprese. Fa rabbia vedere come negli USA esista la possibilita` di acquistare direttamente da Palm dispositivi ricondizionati o in offerta a prezzi interessanti. Per esempio qualche mese fa era possibile acquistare un TX nuovo con imballo originale ma aperto a 250 Dolllari, non capisco perche` non facciano altrettanto in italia.

Conclusioni

Il TX `e a mio avviso un ottimo dispositivo portatile, se si vuole comprare un palmare tuttavia bisogna chiedersi mille volte se effettivamente `e un qualcosa che serve. Se si vuole un'agenda allora tanto vale usarne una di carta, `e piu` versatile e facile da usare. Se invece si sta cercando un qualcosa che includa nel palmo della mano tutto quello che di solito si usa durante il giorno allora per me il TX `e al momento la scelta migliore.

Giusto per la cronaca ecco un breve elenco delle cose che faccio con il TX partendo dalla piu` importante a scendere:
agenda, rubrica, blocco appunti, calcolatrice scientifica (HP48!), memoria di massa,navigatore, lettore MP3,  gestione password, navigazione internet  e lettura posta, scrittura programmi, giocare, visualizzazione divx.

Pro

  • Compatto
  • Elevata Autonomia
  • Facile da usare
  • Stabilita del sistema operativo
  • Enorme quantita` di software, anche open source
  • Relativa facilita` nel creare le proprie applicazioni per il palmare
  • Connessione WiFi
  • buona robustezza
  • Display ampio e leggibile
  • Si sincronizza facilmente anche con sistemi GNU/Linux oltre che Windows e Mac

Contro

  • Vergognosa mancanza del microfono
  • Sistema operativo PalmOS 5.4 meno stabile delle vecchie versioni 3.x
  • mancanza di un connettore miniUSB
  • mancanza di software di serie per utilizzare il palmare come memoria di massa

 

Andrea Gangemi

Questo articolo puo` essere riprodotto purche` non a fini di lucro e citandone la fonte e il nome dell'autore.
print
 Paypal
Se hai trovato qualcosa di tuo interesse in questo sito, per favore prendi in considerazione l'idea di farmi una donazione, per esempio tramite Paypal

 Lingua
Italiano English Russian

 Linux user
Registered Linux user 394202

 Accessibilità

 Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti