logo
 Menu
Notizie
Chi_sono
Forum
Palm
eeePC
Foto
kayak
Download
Mappa sito
Files
Links
Software
Login
Racconti

 Login

:



 Vedi anche
 Pimp_My_Molan
 io e il kayak
 puntapiedi
 racconti

 Cerca






Ricerca avanzata

 Statistiche

Visite totali:2223012


 Validato
w3c
Valid CSS!

 Tema

 kayak » puntapiedi

Un puntapiedi a piastra autocostruito


© 2006 Andrea Gangemi.


Introduzione
Realizzazione
Prova in acqua e conclusioni
Imbottitura del puntapiedi

Introduzione e avvertenze

Inanzitutto una premessa:
Quanto riportato in questa pagina è frutto di una idea personale, il kayak in torrente è uno sport potenzialmente pericoloso se affrontato senza una adeguata preparazione. Il puntapiedi qui illustrato è frutto di una idea personale dell'autore il quale NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITÀ IN CASO DI INCIDENTI CAUSATI DA QUANTO RIPORTATO IN QUESTO SITO. la Sanblas previa richiesta è in grado di equipaggiare la Corto con un puntapiedi a piastra o con spessori in schiuma.La scelta migliore se volete modificare un puntapiedi è quella di farvi fare la modifica dal costruttore o da un negozio specializzato.

Detto questo,se hai trovato interessanti le informazioni contenute in questa sezione, puoi farmi una piccola donazione, assolutamente senza impegno, facendo click sul pulsante qui sotto.
Ho costruito questo puntapiedi perchè il mio nuovo kayak montava di serie un puntapiedi a pedaline, che pur essendo di fattura robusta è sconsigliato per l'impego su torrenti a forte pendenza e con salti.

Realizzazione

Smonto Longherone
Per prima cosa ho smontato il longherone centrale, è molto lungo e arriva fino in punta,
Credo che sia stato fatto così anche per dare maggiore rigidità a tutta la prua.
Puntapiedi Pyranha
Ho provato a montare un puntapiedi a piastra "serio", quello che si vede in foto è un puntapiedi originale della Pyranha.
La Corto sarebbe già predisposta per montare puntapiedi a piastra, purtroppo però questo comporta il taglio del longherone anteriore e inoltre nel mio caso fare due buchi in più nello scafo.
Avrei potuto anche sfruttare una coppia di buchi del puntapiedi a pedaline ma in questo modo avrei ottenuto pochissimo margine di regolazione, solo una posizione e inoltre rimane il problema del taglio del longherone.
Piastra alluminio
Allora ho deciso di realizzare un mio puntapiedi appoggiando una piastra alle due pedaline.
Ho recuperato una piastra di alluminio, ma poteva andare bene anche un foglio molto spesso di Polietilene o qualsiasi cosa che resista all'acqua e che sia robusta.
Con un pennarello ho disegnato il contorno del puntapiedi.
Nel mio caso ho usato un foglio di alluminio, lo spessore ideale sarebbe di 5 mm, il mio e&grave più sottile ma non dovrebbe essere un problema in quanto la massima parte dell'energia che si scarica in un eventuale puntata viene comunque assorbita dalle pedaline, il puntapiedi entra in azione solo nell'istante successivo, quando i talloni scendono e urtano la piastra, fermandosi li evitando la rottura delle caviglie.
Piastra sagomata
Usando un flessibile ho ritagliato la piastra, notate lo scasso centrale che permette il passaggio del longherone.
Ho inoltre realizzato alcuni fori per permettere l'ancoraggio della piastra alle pedaline.
Una volta fatto tutto ho fresato il tutto in modo da non avere spigoli vivi e taglienti sulla piastra.
Puntapiedi montato
Ecco il puntapiedi montato, l'ancoraggio alle pedaline è stato fatto con un cordino da arrampicata facendo si che dal lato dei piedi non ci siano cordini volanti potenzialmente pericolosi.
I cordini sono fissati con nodi inglesi, il tutto permette un veloce e facile smontaggio e inoltre permette di continuare a regolare la distanza del puntapiedi.

La prova in acqua e conclusioni

Prova in acqua
Una volta finito il lavoro non vedevo l'ora di provare il frutto di tanta fatica, certo che trovare un fiume decente nel NordOvest a gennaio è dura e quindi mi sono trovato con alcuni amici al Treccione, il piccolo campo di allenamento degli amici del Canoa Club Novara.
La piastra è stabile e non si è mossa durante le due ore che ho passato in acqua.
Sicuramente una cosa che dovrò fare sarà quella di incollare uno strato di gomma o schiuma sulla piastra infatti, pur indossando scarpe adatte, l'alluminio porta via calore e alla fine avevo freddo ai piedi.
Altra cosa che intendo fare è quella di inserire dietro la piastra un altro listello di alluminio in modo da renderla comunque più robusta, non si sa mai.

Imbottitura del puntapiedi

Recentemente ho inserito lo strato di gomma sulla piastra.
Per prima cosa ho smontato la piastra e ho incollato sopra due strati di gomma usando della colla a caldo.
Successivamente ho ritagliato la gomma nella zona dove passa il cordino di sostegno e ho chiuso i bordi con del nastro "americano"
Nella foto si vede il risultato.
Puntapiedi imbottito

Per la gomma ho usato un materassino da campeggio.
Con la stessa tecnica ho realizzato degli spessori per il sedile e delle imbottiture per i cosciali.

print
 Paypal
Se hai trovato qualcosa di tuo interesse in questo sito, per favore prendi in considerazione l'idea di farmi una donazione, per esempio tramite Paypal

 Lingua
Italiano English Russian

 Linux user
Registered Linux user 394202

 Accessibilità

 Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti